Gebher News - Gebher

cool

Adblock Rilevato

Il nostro Sito si mantiene grazie ai ricavi pubblicitari, per favore Disattiva AdBlock per proseguire la navigazione.

Continua
Vai ai contenuti

Come sapere se sei vicino all'esaurimento

Gebher
Pubblicato da in Worklife · 7 Gennaio 2020
L'OMS ha ridefinito il burnout come sindrome legata allo stress da lavoro cronico. C'è una differenza tra un carico di lavoro intenso e qualcosa di più serio, scrive Zaria Gorvett.

Se dicevi di soffrire di "esaurimento" nei primi anni '70, potresti aver sollevato alcune sopracciglia.

A quel tempo, il termine era usato in modo informale per descrivere gli effetti collaterali che i consumatori di droghe pesanti sperimentavano : l'oscuramento generale delle facoltà mentali, per esempio, come è stato il caso di molti animali da compagnia. Tuttavia, quando lo psicologo tedesco-americano Herbert Freudenberger ha riconosciuto per la prima volta il problema del burnout a New York City nel 1974, in una clinica per tossicodipendenti e senzatetto, Freudenberger non stava pensando ai tossicodipendenti.
Anche i volontari della clinica stavano davvero lottando: il loro lavoro era intenso e molti stavano iniziando a sentirsi demotivati ​​ed emotivamente svuotati. Sebbene una volta avessero trovato gratificanti i loro lavori, erano diventati cinici e depressi; non stavano prestando ai loro pazienti l'attenzione che meritavano. Freudenberger ha definito questa nuova allarmante condizione come uno stato di esaurimento causato da un prolungato superlavoro - e ha preso in prestito il termine "burnout" per descriverlo.  


Il burnout ha tre elementi: sentimenti di stanchezza, distacco mentale dal proprio lavoro e prestazioni peggiori sul lavoro

La sua popolarità è stata esplosiva e oggi il burnout è un fenomeno globale. Sebbene le statistiche sulla prevalenza del burnout siano difficili da trovare, nel 2018 595.000 persone nel solo Regno Unito hanno sofferto di stress sul posto di lavoro.
Gli sportivi lo capiscono . Le star di YouTube lo capiscono. Gli imprenditori lo capiscono . Lo stesso Freudenberger alla fine l'ha capito. Alla fine del mese scorso, l' Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha annunciato che il problema alla moda sarà riconosciuto nell'ultimo manuale sulla classificazione internazionale delle malattie, in cui è descritto come una sindrome "derivante dallo stress cronico sul posto di lavoro che non è stato gestito con successo".
Secondo l'OMS, il burnout ha tre elementi: sentimenti di stanchezza, distacco mentale dal proprio lavoro e prestazioni peggiori sul lavoro. Ma aspettare fino a quando non sei già completamente esausto per fare qualcosa al riguardo non aiuta affatto e non aspetteresti di curare qualsiasi altra malattia fino a quando non è troppo tardi.


Sentire l'ustione
Quindi, come puoi sapere se sei quasi - ma non del tutto - bruciato?  
" Molti segni e sintomi del pre-burnout sarebbero molto simili alla depressione", afferma Siobhán Murray, uno psicoterapeuta con sede nella contea di Dublino, in Irlanda, e autore di un libro sul burnout , The Burnout Solution . Murray suggerisce di cercare cattive abitudini striscianti, come un aumento del consumo di alcol e di fare affidamento sullo zucchero per affrontare la giornata. Fai anche attenzione ai sentimenti di stanchezza che non spariranno. “Quindi anche se dormi bene, alle 10 del mattino stai già contando le ore a letto. O non avere l'energia per esercitarsi o fare una passeggiata. "
Sebbene ci siano molte opzioni terapeutiche per la depressione, il burnout è ancora meglio affrontato modificando lo stile di vita
Non appena inizi a sentirti in questo modo, Murray consiglia di andare dal medico.

"La depressione e il pre-burnout sono molto simili, ma per quanto recentemente ci sia stato un grande entusiasmo per il fatto che il burnout è diventato una condizione medica, non lo è ancora - è ancora classificato come fenomeno professionale". È importante chiedere aiuto da un medico che può distinguere tra i due, perché anche se ci sono molte opzioni di trattamento per la depressione, il burnout è ancora meglio affrontato apportando cambiamenti nello stile di vita.

Lo stesso ambiente di lavoro può contribuire alla sensazione di esaurimento, soprattutto quando i lavoratori avvertono un'intensa pressione temporale e un supporto molto scarso (Credit: Alamy)

E come fai a sapere se sei davvero sulla cuspide del burnout o se stai attraversando un mese impegnativo? "Lo stress è davvero importante e l'ansia è ciò che ci motiva a fare bene", afferma Murray. "È quando siamo continuamente esposti allo stress e all'ansia, che non ci lasciamo andare, che inizia a trasformarsi in burnout."

Prendi quel grande progetto a cui stai lavorando. È normale provare una scarica di adrenalina quando ci pensi, e forse ti ha tenuto sveglio la notte. Ma Murray suggerisce che se ti senti ancora irrequieto una volta finita, è tempo di considerare se sei a rischio di esaurimento. "È quando lo porti con te nella fase successiva della tua giornata e lo aggiungi continuamente", afferma.

Quando siamo continuamente esposti allo stress e all'ansia, che non stiamo lasciando andare, che inizia a trasformarsi in burnout - Siobhán Murray

Un altro classico segno di avvicinamento al burnout è il cinismo: sentirsi come se il tuo lavoro avesse poco valore, evitando gli impegni sociali e diventando più suscettibile alla delusione.

"Qualcuno sull'orlo probabilmente inizierà a sentirsi emotivamente intorpidito o mentalmente distante", afferma Jacky Francis Walker, uno psicoterapeuta con base a Londra specializzato in burnout. "Come se non avessero la capacità di impegnarsi tanto nelle cose ordinarie della vita."

Raccomanda anche di cercare il segno rivelatore finale del burnout, che è l'impressione irremovibile che la qualità del tuo lavoro stia cominciando a perdere. "La gente dice" ma questo non sono io! "," Non sono così "," Di solito posso fare x, y e z ". Ma ovviamente se si trovano in uno stato di esaurimento fisico, allora non sono nella loro normale gamma di capacità ", afferma Walker.
Se questo sembra meno che scientifico, guarda al Maslach Burnout Inventory (MBI), un test progettato per misurare il burnout. Il più usato è l'MPI-General Survey, che misura cose come stanchezza, cinismo e alcuni di quanto pensi di fare sul lavoro.
Pubblicato per la prima volta nel 1981, da allora è stato citato centinaia di volte in studi. Anche se in genere viene utilizzato per misurare il burnout una volta che è in pieno svolgimento, non c'è motivo per cui non è possibile applicarlo per vedere se ci si avvicina.


Sei pre-burnout: quali sono le prospettive?
L'unico modo per fermare il burnout - e bandirlo per sempre - è sradicare il problema di fondo.
“Che cosa succede nella tua vita che puoi lasciare temporaneamente o permanentemente? Potrebbe essere [dormire molto] per riprendersi dai segni fisici del burnout, per esempio ", afferma Murray.

Per identificare il pre-burnout, fai attenzione alle cattive abitudini striscianti, come bere di più e fare affidamento sullo zucchero per farti passare la giornata (Credit: Alamy)

Walker ha un programma in tre fasi, che include capire perché esiste una discrepanza tra ciò che una persona può offrire e ciò che sente che gli viene chiesto di dare. "A volte è perché sentono il bisogno di essere troppo perfetti, o potrebbero avere una sindrome da impostore in cui devono lavorare molto duramente per nascondere che non sono così bravi come tutti pensano".

Secondo uno studio del 2018, il burnout deriva da un trattamento ingiusto sul lavoro, un carico di lavoro ingestibile e una mancanza di chiarezza su ciò che il ruolo di una persona dovrebbe comportare

Tuttavia, a volte l'ambiente di lavoro è il problema. Secondo uno studio del Gallup del 2018 su 7.500 lavoratori statunitensi, il burnout deriva da un trattamento ingiusto sul lavoro, un carico di lavoro ingestibile e una mancanza di chiarezza sul ruolo di una persona. I lavoratori sono stati anche stressati dalla mancanza di supporto da parte del loro manager e dall'irragionevole pressione del tempo.

"Un altro problema può essere che i valori dell'azienda sono seriamente in contrasto con i valori della persona, il che crea un senso di tensione e dissonanza, perché stanno facendo qualcosa in cui non credono", afferma Walker. In alcuni casi, i suoi clienti possono risolvere il problema assumendo qualcosa di appagante al di fuori del lavoro, ma molto occasionalmente decidono di apportare un cambiamento più radicale, come cambiare società o persino intraprendere una nuova professione.

Qualunque sia la causa del tuo esaurimento, il consiglio principale di Murray è di essere gentile con te stesso.
Nell'esperienza di Murray, un fattore chiave dell'epidemia di burnout è la cultura odierna di volere tutto. Spesso non è semplicemente possibile avere una vita sociale sana e realizzare un grande progetto e raggiungere tutti i tuoi obiettivi personali di fitness allo stesso tempo. Dice che è fondamentale stabilire le priorità e non aspettarsi troppo da te stesso; quando gli altri sembrano il genitore capo perfetto, l'idolo del fitness e l'amico allo stesso tempo, probabilmente ci stanno fuorviando - o per lo meno ricevono molto aiuto.

Se ritieni di essere vicino a unirti al club di burnout, fai un passo indietro, scopri cosa sta succedendo e lasciati andare.



Nessun commento
Torna ai contenuti